Miki, te lo devo.

Ciao Miki, Stella della zia, è dal quel maledetto 14 novembre 2010

che ci siamo intraviste, io e Te. Stavamo viaggiando da Perugia

a Milano, erano circa le 09:00 del mattino: io mi ero appisolata

in macchina, perchè alle 04:50 dello stesso giorno, di te qui,

era solo rimasto un bell’involucro, il prezioso contenuto

cominciava già, forse, il suo immenso viaggio in quel cielo

che a volte, distrattamente guardiamo.

E’ stata solo una frazione di secondo, ti vidi nel dormiveglia…Eri

comunque bellissima anche se i tuoi lunghi capelli neri, scomparsi da molto

erano

sostuituiti, ogni giorno, dalle tue bandane colorate, come lo sei tu.

Quella notte, stranamente non piansi, nè la mattina dopo questo

incubo, forse perchè ero inebetita dal dolore, come tutte quelle

persone che, come nella nostra famiglia, hanno perso da poco

una persona giovane e straordinaria. O forse è solo che ognuno

ha i suoi tempi per realizzare l’immensa perdita appena avuta.

Da quel giorno Tu, Stella adorata, hai fatto molti viaggi nei sogni

di chi ti stava più a cuore, dai familiari, ai Tuoi amici più cari.

E i giorni successivi, quasi a tutti. Tutti Ti vedevano nella stessa maniera,

quasi fosse un sogno collettivo: Tu al tramonto su una barca,

che placidamente solcava il mare arancio tenue. Ero felicissima

di questo perchè le notti dopo ti chiesi mentalmente dove stavi,

e se stavi bene. T’implorai di venirmi in sogno, ma nulla. Comunque,

il messaggio me lo desti, indirettamente, tramite familiari e amici.

Due giorni fa, mentre ero sola, avevo quel nodo in gola che solo chi ha passato queste cose

(anche se fanno parte della vita…mah…!) sa perfettamente cosa

succede dentro la tua Anima sconvolta che sembra non trovare

pace. Allora… prima di ripiegarmi su me stessa, mi sedetti sulla

poltrona in cucina a pensarti, a parlarti a voce, tanto io ti ho

sempre sentita vicino a me e, quando succede, mi arrivano dei

brividi strani misti a calore, e ti chiedevo, perchè proprio

a me che ti ritenevo una sorellina, visto che avevo 13 anni

quando tu nascesti, sembrava proprio che volessi farmi dispetto…

Come quando eri piccola e litigavamo sempre…(cosa darei per “arrabbiarmi” ancora con te, piccola peste..che eri!)

Per sciogliere la tensione accesi la mia radio preferita RDS..ok..

solite canzoni…mix dei 4 successi…fra cui una novità..che ascolterai

solo al momento della messa in onda, ok. Mi ricomposi, e cercai

di rilassarmi perchè tu sai che a me e a Te la musica va via come

il pane, radio sempre accesa, mi piace, fa compagnia, anche quando

stai facendo qualcosa di noioso. Alzai un attimo il volume e cominciò

la sequenza mixata…era quasi ora di pranzo e mi dovevo sbrigare…

Mi alzai di scatto guardando l’ora. Pensai, “Vabbè, ascolto l’ultima

sequenza mixata, poi spengo…” ma mentre lo facevo pensavo, “Miki…

perchè non mi vieni mai in sogno, io lo so che sei qua, ma vorrei

vederti, almeno in sogno…e il nodo in gola ricominciava a risalire…

Non feci in tempo a finire il pensiero che sento…alcune parole

di Blasco…e poi…”EH…GIA’…SON QUA!”….Il cuore mi è balzato

in gola, anche se sono abituata a questi piccoli segnali da parte

di chi sta dall’altra parte del velo….Ma questo era decisamente

il tuo personalissimo messaggio alla tua “ZAIA”, come mi chiamate voi

nipoti… Te pijasse! Ho riso e pianto insieme e, abbracciandoti idealmente,

ho sentito ancora più forte il “brivido-caldo”. Amore mio dolcissimo,

ora ho proprio la conferma che Tu sei sempre qua…EH…GIA’!!!!

TI ADORO STELLA MIA, GRETA STA BENE. Stefania, la tua

amica-sorella, oltre al suo profilo su FB e a quello che tutti i Tuoi

amici ti hanno dedicato, sai che ti scrive tutti i giorni come anche l’altra

“ZAIA” Lory.

Ciao Angelo Dorato e Adorato!

Saluta chi sai da lassù, e pregate tutti insieme per chi ha bisogno,

proteggi la Tua piccolina, avvolgila nel Tuo Amore materno e nella

Tua Luce.

Ciao Stella, ci sentiamo più tardi…magari sempre tra il

Blasco, il Liga, Ramazzotti…ecc. ecc. Ehi….dopo torna eh!?!

Un abbraccio con Amore immenso!

Annunci

~ di cacciatricedisogni su 17 marzo 2011.

6 Risposte to “Miki, te lo devo.”

  1. molto bello questo filo ideale con la musica che hai saputo crere con la tua nipotina adorata, ciò te la terrà vicina e ogni volta che sentirai le canzoni lei ti parlerà, così ne sentirai meno la mancanza. Un abbraccio , Maria

  2. Grazie Amica mia, sensibile e delicata cm sempre,
    sl persone cm te, sanno scrutare le Anime cn le giuste
    parole, ti abbraccio forte, un bacio!

  3. ognuno di noi ha il suo modo per ricordare i propri cari, tu hai trovato nella musica qualcosa che te la terrà sempre vicino.

  4. E’ proprio così caro Giorgio, avevamo questo in comune, ma nn solo…Buona giornata, bacioni!

  5. Percepisco tutto il travaglio interiore che stai vivendo…lo immaginavo…certe cose richiedono tempo…lo sapevo…non ci sono parole,non c’è niente,soltanto la realtà. Ma alla fine Miky è in una dimensione felice e luminosissima,sta a te,Lorenza,essere fiduciosa al riguardo,e poi,un giorno,la riincontrerai e la riabbraccerai,e niente e nessuno vi potranno più tenere separate. Il dramma è soprattutto per le persone che restano qui sulla Terra: sono loro che devono rassegnarsi a questo “allontanamento” forzoso e spietato ( ma non senza fine) Un bacione. Ale

  6. EH..GIA’…MA MENO MALE CHE è ANCORA QUA’.
    Certo che ci rivedremo, e me la abbraccerò fortissimo!!
    Mi tiri sempre su di morale, grazie fratellì, buona
    giornata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: