La Pioggia Nel Cuore

Lui la guardò come se fosse la prima volta, riempiendosi gli occhi

di quel viso a lui tanto caro. “Pensi che in quel cielo infinito non

esista nient’altro? ” Domandò lei. “Me lo sono chiesto molte volte…

Chi può dirlo. “Secondo te?” Penso che l’universo sia talmente vasto

che credere di essere soli sia da presuntuosi. “Già… Lo penso anch’io.”

Rispose lei scrutando le stelle. L’Aria si fece più frizzante, era quasi

finita l’estate. Passeggiando lei ebbe un impercettibile brivido.

“Credo che camminerò più velocemente così sentirò meno freddo… “

Disse lei sorridendo. Lui si avvicinò e la strinse a sè camminandole

a fianco. “Non ce ne sarà bisogno” le disse. La luna illuminava la

vallata e il castello in lontananza sembrava aver guadagnato gli

antichi splendori sotto quella luce. Lei era assorta guardando

davanti a sè. Lui si fermò e la guardò, guardò ancora quel viso,

quegli occhi, scrutava oltre il suo sguardo cercando d’indovinare

i suoi pensieri. Trovò solo il luccichio di lacrime nascoste. Lui le

prese il viso tra le mani e le baciò gli occhi. “Dimmi il perchè di queste

lacrime” disse lui. “Domani partirò… Sono sicura che qui lascerò una

parte di me, quella più profonda, più importante. Ho trascorso con te

dei giorni molto belli, intensi, forse irripetibili. Mi sentirò più sola

quando sarò tornata… Ecco il riassunto di queste lacrime.” Lui

l’abbracciò accarezzandole i capelli. “E cosa ti fa credere che per me

non sarà anche peggio?” Tutto qui mi ricorderà te, mi parlerà di te.

Ogni angolo, ogni sentiero, perfino la pioggia… ” disse lui. Lei annuì.

“… La pioggia, quando la vedrai cadere, io sarò lì, esci e lasciati

inondare, baciare da quella pioggia… La pioggia di settembre quella

più gentile. Io sarò lì… Ricordalo.” disse lei accarezzandogli il viso.

Lui le prese le mani e se le portò sulle labbra sfiorandole lievemente.

Lei chiuse gli occhi e fu allora che si baciarono come se fosse l’ultima

volta, come chi si disseta con acqua di sorgente dopo aver subito

l’arsura del deserto… Poi nella magia di quel momento s’incamminarono

verso casa, incerti del loro futuro, ma assolutamente consapevoli che

si sarebbero amati anche persi nel tempo, indipendentemente

da come sarebbe andata.

l.d.

Annunci

~ di cacciatricedisogni su 6 settembre 2012.

12 Risposte to “La Pioggia Nel Cuore”

  1. Ciao cara Lori, il tuo può essere un flash, il racconto di un momento che potrebbe anche essere ordinario, però collocato in una cornice di straordinarietà, perchè non è ordinario che si debbano lasciare coloro che si amano, come li hai descritti tu.
    Sinceramente non sarebeb un racconto che farebbe parte delle mie letture, però debbo riconoscere che la mano c’è tutta, che non ti mancano le doti per descrivere e trasmettere le sensazioni alle quali pensi.
    Da parte mia un abbraccio con l’augurio di serene giornate!

  2. Infatti, lo scopo del mio racconto era quello di dare risalto alle
    sensazioni dei singoli gesti fatti e vissuti dai due personaggi,
    gesti che nel contesto della storia non risultano più ordinari,
    ma carichi di tensione emotiva e trasporto.
    Grazie Sergio, io ci provo a scrivere qualcosa che lasci una o
    più sensazioni mentre scrivo di racconti e poesie, se ci sono
    riuscita, ne sono più che contenta, ricambio l’abbraccio augurandoti
    un buon proseguimento di giornata, Lori.

  3. ti rispondo cosi…it takes two to tango………ecco….
    un abbraccio fortissimo

  4. Bellissimo racconto,struggente e pieno di pathos,dolce e malinconico,ma felicemente intenso nella descrizione di un grande amore. Chissà,i due innamorati forse si reincontreranno,un giorno.E comunque non smetteranno di amarsi,fondendosi nella natura… Un abbraccione.

    • Contenta che il racconto ti piaccia. Ho lasciato quasi in sospeso
      il finale, lasciando che il lettore interagisca con la storia. La Natura
      non poteva mancare in questa storia, fa parte di tutti noi.
      Ti abbraccio con affetto, Lori

  5. Magicamente romantica mia grande e bella amica.
    Buon giornata e buona settimana Lori.
    Un grande abbraccio.

  6. un fotogramma d’amore in questo breve e conciso racconto.Bellissimo! un bacio, Maria

  7. Il racconto denota una nota romantica, una poesia di sensazioni che provengono da un animo nobile. Essere nobili è una caratteristica di poche persone. Buon fine settimana, amica mia. Rosa

    • E’ vero Rosa, anche senza titoli nobiliari, alcune persone,
      possono essere davvero nobili. Conta ciò che siamo dentro
      e non l’apparenza. Ti abbraccio forte amica cara, buon tutto,
      Lori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: