Francesca e Robert

.. Ma, dopo tutto sono un uomo. E tutte le considerazioni filosofiche non bastano a impedirmi di desiderarti, ogni giorno, ogni momento, con la testa piena dello spietato gemito del tempo, del tempo che non potrò mai vivere con te.
Ti amo, di un amore profondo e totale. E così sarà sempre.

 “I ponti di Madison County” di Robert James Waller

 

Tratto dall’omonimo romanzo di James Walker, “I Ponti di Madison County” ci porta nell’estate del 1965 nel bel mezzo dell’Iowa. Qui l’affascinante fotografo di National Geographic Robert Kincaid (Clint Eastwood) è intento a lavorare su un servizio dedicato ai caratteristici ponti coperti della zona; smarrendo la strada incontra la fattoria dove vive Francesca Johnson (Meryl Streep), una quarantenne impacciata e rassegnata che si offre di accompagnarlo sul luogo dove Robert deve lavorare ai suoi scatti fotografici. Complice l’assenza del marito e dei figli Francesca cede alla passione che fin da subito prova nei confronti del fotografo, vivendo ricambiata con lui – anche se per soli quattro giorni – la storia d’amore più grande e indimenticata della sua intera esistenza…

“I Ponti di Madison County” è di per sé sinonimo di eleganza, dolcezza, sensibilità e romanticismo. Clint Eastwood, nel ruolo di regista, conferma le sue straordinarie doti anche in questo genere. Ma è nel campo della recitazione che Meryl e Clint fanno davvero scintille. La loro “superiorità” artistica rende di fatto un film che sulla carta poteva anche risultare melenso o poco credibile, un capolavoro assoluto di pura emozione.