La Perfezione

tumblr_mwmj0wCZYa1rm6l18o2_1280 (1)

Quale miracolo di bellezza, perfezione e unicità nei cristalli di ghiaccio,

quale precisione, eccellenza, nei frattali in natura.

E da questo comprendo che le leggi del creato

seguono un disegno divino e universale, e non il caos

che deriva dalla confusione dell’approsimazione.

(Lorenza de Simone)

tumblr_mwmj0wCZYa1rm6l18o4_1280

CRrBe-GWoAAVUxc

20081005-5. Echinacea purpurea

architettura-biomimesi-b

pfm-652x367

dna

3-Aloe-Polyphylla

 

 

Annunci

~ di cacciatricedisogni su 22 dicembre 2015.

15 Risposte to “La Perfezione”

  1. Belle immagini,buon tutto anche a te un abbraccio.

  2. Solo gli scettici a prescindere possono ancora negare la presenza di una Mente Superiore che ha creato il nostro mondo. 🙂 Ti abbraccio forte. Ale

    • Sono d’accordo Ale, se così non fosse, la Natura, compresi noi – che
      facciamo parte di essa – non seguiremmo fasi ben precise: nascita,
      crescita-trasformazione, morte. La morte non esiste, è solo una fase,
      un percorso verso una nuova nascita. Così come un albero nasce, cresce
      si trasforma, da i suoi frutti poi, lentamente, si appresta a perdere le
      foglie in Autunno, arriva l’Inverno ed è come morto, con rami spogli
      per lungo tempo, ma è solo apparenza. A Primaverà rinascerà con nuove
      gemme, nuove foglie. E’ il ciclo dell’esistenza. Così è la morte per noi
      umani, è una fase un passaggio, in fondo siamo esseri immortali,
      perchè l’Anima è eterna, è il ciclo dell’esistenza. Esistere per sempre.

      Un caro abbraccio anche a te Ale, baci!

  3. Adoro!!!

  4. Ciao. Bellissimo. Io trasporterei questo paragone- perfezione e bellezza nelle forme della natura-, all’uomo. Perche’, se pensiamo agli interni di una cattedrale, i disegni di un colonnato di una moschea, la facciata di un duomo. E ricami, e disegni, e progetti. Giotto, Leonardo, Michelangelo. L’arte e’ espressione, come i fiori e le conchiglie, e gli alberi, di una intelligenza altra. Nell’opra dell’uomo ci sono geometrie, frattali, proporzioni matematiche. Non e’ solo imitazione della natura, ma e’ natura stessa, che si esprime attraverso il nostro genio, il genio umano. “..alle sue mani operose hai affidato il creato…” recita un salmo, a proposito dell’uomo. Ed un’altro passo biblico dice” cosa e’ l’uomo perche’ tu te ne curi? Eppure lo hai fatto poco meno degli angeli, di gloria e onore lo hai rivestito..”- parola piu’ parolameno.
    “Solo gli scettici a prescindere possono ancora negare la presenza di una Mente Superiore che ha creato il nostro mondo”. Infatti. C’e differenza da essere scettici assoluti o semplicemente dubitare, come me, lo confesso. Ma spero, e ammetto delle possibilità. Possibilità che aumentano la mia speranza di aldila’.
    ” è il ciclo dell’esistenza. Esistere per sempre”. Persino fra le teorie cosmologiche su inizio e fine dell’unvierso ve n’e’ una che contempla un universo ciclico, che dopo essere giunto al massimo della espansione, si contrae ricostituendo il punto primordiale e, per pressioni e temperature, riesplode rigenerando stelle e galassie, e pianeti, e vita. Finisce e ricomincai, sempre. E da sempre. E’ la toria dell’univero ciclico. Ma, anche se questa teoria fosse sbagliata, c’e la possibilita’ di altri universi, che esistono ora e altri che ne nasceranno. Per l’esistere delle coscienze.
    “Il nulla”. Bella parola. Ma il nulla non ha neanche durata, è una contraddizione. In un tutto, parlare di nulla. Mah. Ciao 🙂

    Marghian

    • Bellissimo ed esaustivo il tuo commento Marghian. Anch’io non sono matematicamente sicura di cosa ci sia dopo la morte, ma come te, rifletto, rifletto molto e, nel mio piccolo ragionando, penso che ci sono alcune cose che non possono essere spiegate dalla scienza e la scienza stessa non sa
      dare delle risposte certe. Poi come dice Ale “solo gli scettici a prescindere possono possono ancora negare la presenza di una Mente Superiore che ha creato il nostro mondo.” Ci vuole anche umiltà nell’esprimere le proprie convinzioni o certezze, una buona parte di scienziati, sembra avere la
      verità in tasca, io invece penso che solo gli imbecilli non hanno dubbi. Il
      dubbio porta a ragionare e riflettere ulteriormente, ed è un bene a mio avviso. Noi siamo niente in confronto all’universo, abbiamo molto da scoprire ancora, dovremmo essere assetati del sapere ma senza arroganza, come molti studiosi, purtroppo sono.
      Grazie per aver letto il mio post, un caro saluto e a presto! 🙂

      • Ciao per ora un saluto , sto al lavoro e scrivo con lo smartphone. Poi rispondo, spero presto. Sono molto oberato , buon 1 maggio ciao 😉

  5. “e’ la toria”. “Toria”. No, raga’, t e o r i a 🙂

  6. Non preoccuparti, so bene che il tempo è sempre poco. Un caro saluto e buona festa dei lavoratori anche a te. 🙂

  7. Ciao. Certo, il tempo non basta mai, ma un minuto riesco a ritagliarllo, volentieri.
    Certamente, non vi e’ sicurezza matematica su cose che non si vedono. Ma sai, come si dice in religione, “far professione di fede”. Possiamo dire che si potrebbe fare, parafrasando un po’ ..propensione di fede . Non parlo, ben inteso, di una fede dogmatica o religiosa. Ma, valutando le possibilita’, propendere a credere, ecco, credere e sperare. Pensare per esempio, che noi siamo chiamati : alla coscienza di esistere, al senso della bellezza, della morale, ricerca del bene (aggiungiamoci poi il nostro genio artistico), siamo chiamati alla scelta fra bene e male. Tutte cose grandi che, se la vita fosse solo questa, svanirebbero come fumo; e questo sembra piuttosto strano.

    Lo scettico, quello per intenderci alla Margherita Hack o Odifreddi, o Eugenio Scalfari) ci direbbe di considerare non l’individuo, ma la specie. “Sapienza, intelligenza, arte, senso morale, ricerca del bene..tutto per lasciare un retaggio, un ircordo per migliorare il genere umano. “Non conda, l’individuo”. Certo, ma immagina: una guerra mondiale, un asteroide, un qualcosa e l’umanita’ finisce, si estingue. E allora? Tutto finito. Basta poco, e non esiste piu’ nessuno. A parte questo, e’ invece l’individuo secondo me, ad essere intelligente, col suo mondo interiore, la sua coscienza. Il gruppo, non e’ intelligente. E’ fatto di tandi individui, il gruppo. L’individuo e’ cosciente, non il gruppo (anche se si parla di coscienza collettiva: per me e’ improprio…).

    Quindi, vagliando le possibilita’, tenendo a mente la profondità della mente umana, e la grandezza dell’universo (si parla addirittura di piu’ universi..), quale e’ la cosa piu’ probabile. Agli scettici e’ tanto caro il principio del cosiddetto “rasoio di occam”, secondo cui la soluzione piu’ semplice fra quele proposte tende ad essere quella vera, “tagliando via”, appunto come con un rasoio , “le cose in piu'”. A parte che si rischia cosi’ di tagliare la fetta buona 🙂 ma a parte questo, usando **noi questo rasoio, possiamo dire che e’ piu’ semplice che la vita abbia un senso pieno, che noi si sia chiamatia qualcosa di grande, che la nostra esistenza abbia un senso trascendente piuttosto che non averlo. Sai, la scommessa di Pascal, profondo credente ma che dubitava ma diceva: “Dio e’ una scommessa, io scommetto per il si’…” (che’ se non c’e non ci perdo nientei, ma se c’e’ tanto meglio, insomma…).

    Ora, la questione e’ questa: o siamo solo animali, solamente piu’ evoluti, o la nostra natura e’ duplce, materiale e spirituale. Per gli scientisti, e’ vera la prima ipotesi. “Dopo la morte c’e niente. Lo spirito, cos’e? E’ soltanto il software che fa funziona’ l’hardwrae che e’ il nostro cervello..” (Margherita Hack). ma non e’ detto che sia cosi’ (che la nostra mente sia riproducibile da robot eccetera..) secondo me no, perche’ forse non siamo solo cervello, neuroni eccetera. Chissa’, speriamo… Ciao , buon primo maggio anche a te.

    Non preoccuparti, non ci ho messo del tempo. dieci minuti. 🙂

    Marghian

    • La penso esattamente come te. Non credo che essere qui, sia qualcosa di casuale, e non ti parlo nemmeno io di religione. Dal basso della mia ignoranza, ho riflettuto a lungo sull’inizio della vita in questo pianeta e, (credo anche in altri) come ho detto nel post, non può essere stato il caso a creare la vita così come la conosciamo e ti spiego anche il perchè: sai meglio di me che esistono precise leggi cosmiche, fisiche, che stabiliscono come si deve sviluppare la vita, con quali fasi, crescita, etc. Mi sono sempre chiesta, se fosse stato davvero il caso? Probabilmente non ci sarebbero nemmeno state queste potenti, precise leggi cosmiche e fisiche. Per come la penso io se non ci fossero state, per esempio, un albero non sarebbe nato dal seme, oppure la chioma sarebbe nata sotto terra e le radici sul terreno, ci sarebbero stati prima i frutti e dopo i fiori… tutto caos. Invece c’è una legge ben precisa che stabilisce che prima ci sia il seme, il germoglio, la piantina, l’arbusto, l’albero, il fiore, il frutto e poi ancora il seme. Così gli esseri viventi, i mammiferi e quant’altro. Prima le nubi, poi la pioggia, non c’è la pioggia sotto il sole cocente, col cielo terso. I cristalli di neve, cosa per me molto affascinante, è dalla notte dei tempi che quando cade la neve, ogni singolo cristallo è unico, immagina quanti miliardi e miliardi di cristalli di neve ci sono stati, tutti diversi, qui, davvero sembra che, per quanto ci si sforzi di minimizzare, c’è qualcosa di veramente grande, e non si può spiegare o liquidare dicendo che è il “caso”. Io non credo al caso. Ci sono cose così
      talmente grandi, che la mente umana non riesce a concepirle, qui si va oltre, molto oltre. Per esempio, Zichichi era ateo convinto, Ho letto il suo libro “Perchè io credo in colui che ha fatto il mondo” e lo spiega fino allo sfinimento perchè lui crede. La cosa che non mi spiego è perchè insiste
      nel dire che siamo soli nell’universo, dovrebbe saperlo più di me e di te che non è possibile, vista la vastità dell’universo o, addirittura dei, multiversi,
      tuttavia, lo ammiro come scienziato e come persona. Invece ci sono scienziati che a priori negano l’esistenza di qualcosa o qualcuno di superiore. Sono limitati secondo me e anche tanto. Bisognerebbe avere la mente aperta a tutte le possibilità e, comunque, anche se ci fosse la formula scientifica che decreta l’esistenza di Dio, la mente umana non sarebbe in grado di decifrarla è qualcosa che noi, che non siamo altro che pulviscolo al Suo confronto, non siamo stati abilitati a decifrarne il mistero, forse è solo con la fede, che non sempre c’è, che potremmo sentire nella nostra interiorità che Dio esiste e non abbiamo bisogno di prove scientifiche.

      Pian pianino mi leggerò il tuo blog, è molto interessante. Spero che tu abbia passato una serena giornata, a presto Marghian, un caro saluto,
      Lori

  8. Ciao Lori. Stavo li’ li’ per chiedertelo, anche per praticità 🙂
    Pero’ e’ simpatica la cosa, ciao, cacciatricedisogni”, o ppure ciao, cacciatri’, alla romanesca. Scherzo… Ma davvero, con un ragazzo che si firmava “senaszionidamore”, “ciao, sensazio’.. 🙂

    Battute a parte, condivido pienamente le tue riflessioni.
    “sai meglio di me che esistono precise leggi cosmiche, fisiche..”. No, non lo so ..”meglio”, ma abbastanza da capire, come te, che e’ cosi’, leggi che appunto “stabiliscono come si deve sviluppare la vita, con quali fasi, crescita, etc”. Ma vedi, anche dal molto piu’ piccolo della “vita”. Pensa alla nascita della materia. Prima erano particelle indistinte di pura energia, c’era solo radiazione e calore. Poi si sono formati i quark, che si sono uniti a tre a tre (chi lo ha deciso, il caso???!!) a costituire i protoni. Di protoni e’ fatto l’idrogeno. Poi, gli atomi di idrogeno si fondono a formarne di elio, e quark che cambiano di caratteristiche per i neutroni (il protone ha due quark up ed uno down, il neutrone due down e uno up..chi lo ha deciso? . Esistono sei tipi di quark, sei tipi di neutrini, particelle dette “fermioni”, altre dette “bosoni”, Esistono le forze nucleari, e li’ ci va una particella detta gluone, anche questo un caso? Poi, nella materia complessa paff, nasce la prima cellula, ed altre, e via con l’evoluzione. “Per caso”, naturalmente (?!!!)
    .
    “Per come la penso io se non ci fossero state, per esempio, un albero non sarebbe nato dal seme, oppure la chioma sarebbe nata sotto terra e le radici sul terreno, ci sarebbero stati prima i frutti e dopo i fiori… tutto caos. Invece c’è una legge ben precisa che stabilisce che prima ci sia il seme, il germoglio, la piantina, l’arbusto, l’albero, il fiore, il frutto e poi ancora il seme. Così gli esseri viventi, i mammiferi e quant’altro”. Leggi che, chiaramente, non possono riguardare solo..la Terra. Pensa a queste due potenze: la vita e la morte, l’amore, l’odio, la morale. Solo per la Terra. Il resto e’ contorno. UN contorno fatto di pianeti grandi cento volte la Terra, di (miliardi di) stelle diecimila volte piu’ grandi della Terra, miliardi di pianeti grandi come la Terra. Buchi neri annidati al centro di galassie, buchi neri della massi anche di sette miliardi di volte il Sole… un bel contorno, per sostenere la Terra, non credi?
    La Bibbia e’ si’, “geocentrica”, ma erano altri tempi, e poi parla per metafore, ecco che “fermati sole” e’ comunque una frase vera, perche’ il moto e’ relativo. Non che davvero il Sole girasse attorno alla Terra.
    I cristalli di neve, tutti diversi. Sai che lo stesso esempio e’ il cavallo di battaglia degli scettici che credono nel caso? Si’, un amico non credente, laureato in fisica. “hai sentito prlare di..frattali? Il mondo e’ caotico sai, mia ordinato…”. Io gli dissi che quello che tu chiami “caso” magari e’ un ordine che a noi sfugge. Una scacchiera, cosa c’e di piu’ ordinato? “Ma per me che non conosco il gioco degli scacchi, i pezzi mi paiono disposti a caso. Mi studio le regole ed ecco cche capisco che negli scacchi non c’e caso. Per il mondo magari e’ cosi: se noi avessimo tutti gli elementi di valutazione, nel caso (frattali, moti browniani, il movimento e le forme delle nuvole…), tutto ci apparirebbe ordinato. Non avendo sufficienti elementi (pensa alla scacchiera vista da chi non sa giocare, come me…), ecco che tutto appare casuale e disordinato.
    Poi mi fanno ridere quando chiamano in causa la fisica quantistica per sostenere il “no” su Dio e disegno intelligente. Per me invece la fisica quantistica e’ al cosa piu’ ordinata che ci sia. Si dice che noi non posisiamo sapere se una particella e’ li’ o qui, se esiste o no…Ma perche’ noi non ne abbiamo i mezzi. E’ vero che studiando una particella quella si sposta perche’ noi la disturbiamo (principio di indeterminazione), quello che vuoi, ma non e’ “disordine”, e’ solo nostro limite. La fisica quantitica tiene unacontailita’ pazzesca, che solo leggi matematiche direi eterne, perfetteo, possono produrre.
    Anche io ammiro Zichichi, ma non condivido la sua propensione al “no” sulla vita nel cosmo. E’ vero che ci sono mille condizioni da soddisfare, e la Terra le ha avute tutte. Ma la vita, l’universo,il diio in cui lui crede, hanno molta piu’ plasticita’ del nostro pensiero, che si fissa sui suoi schemi, e dgmi. Anche la scienza, ha i suoi dogmi, e talvolta peggio che la religione. Ciao Lori 🙂

    Marghian

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: