Il Miracolo

Da un articolo di Scienza e Conoscenza a firma di Carmen Di Muro, psicologa, psicoterapeuta (www.carmendimuro.com) che tratta il miracolo dal punto di vista scientifico traendone degli spunti davvero interessanti. – Alberto Lori –

 

 

 

Annunci

~ di cacciatricedisogni su 18 luglio 2018.

11 Risposte to “Il Miracolo”

  1. E’ un video molto istruttivo,sulla vera natura dei miracoli,assolutamente veritiero,secondo me 🙂 Dovremmo sempre avere fede e pregare così. Un abbraccio.

    Mi piace

  2. La vera preghiera è quella che nasce dal cuore, spontaneamente e con intenzione genuina. Sono più che d’accordo con te Ale, buon pomeriggio caro amico. 🙂

    Mi piace

  3. Ciao. Lo sto ascoltando con interesse. Certo che se la guarigione non e’ solo psicosomatica, ma anche fisica, la mente non ha potere su se’ stessa, ma sulla stessa materia del corpo. Chiaramente se la guarigione sponanea e’ anche fisica e concreta, allora lo spirito puo’ dominare la materia. Oppure, spirito e materia sono due facce della stessa realta’? O la materia e’ un prodotto della mente universale? Se Tutto e’ tutto, allora si dovrebbe anche in certo senso rivalutare il panteismo.
    Cosa significa “Dio creo’ la materia”, se non che la mente- cosmica- crea l’energia che, fra tutte le sue forme, si presenta anche come materia? E noi coscienze individuali, perche’ siamo tali? E’ forse questo il peccato originale: essersi staccati dalla mente cosmica divenendo menti individuali, destiati a vivere la vita – o vite- per ritornare al tutto originale? Ha queto senso, la frase “e lo spirito torna a Dio”?
    Si parla anche di piu’ universi- forse infiniti?-, e cosi’ il concetto stesso di creazione andrebbe rivisto, non “Dio creo'” ma “Dio crea”, ossia la mente cosmica genera realta’ a vari livelli vibrazionali, compresa la nostra dimensione e coscienza. Chiaramente la nostra coscienza e’ limitata. Ma ha un potenziale, come lo stesso “nulla” e’ potenziale di poter essere di tutto.
    Lory, ho scritto velocemente, “a braccio”, e non so se del tutto “in argomento” o un po’ fuori tema (in tal caso scusate). Ti ricordi, a scuola? “Sei uscito fuori tema” . Ci dicevano cosi’ 🙂
    Certamente e’ vero, la preghiera, ancor piu’ la fede ha efficacia. “La tua fede ti ha guarito”. Vorra’ pur dire qualcosa, questa frase che Gesu’ diceva a tutti i suoi “miracolati”, “la tua fede ti ha salvato”. Ciao 🙂

    Marghian

    Piace a 1 persona

    • Ti dico ciò che penso personalmente. Riassumendo molto terra terra: Sono d’accordo con la psicologa clinica. E nel mio piccolo, ho sperimentato che le parole, i pensieri, insomma le nostre convinzioni, nonché le nostre richieste, le nostre preghiere, ovviamente sentite, possono davvero fare miracoli. Il pensiero, la parola, sono energie, si è dimostrato abbondantemente. L’esempio più banale è quando, con la risonanza magnetica, si vogliono scoprire quali aree del cervello vengono evidenziate a seconda delle emozioni. Ci sono molteplici immagini in rete. Quindi, se noi in base alle emozioni, che in teoria, sono astratte, riusciamo a vederle con la risonanza magnetica, vuol dire che così astratte non sono. Come è possibile che le emozioni si riescano a vedere? Da qui, per me si è aperto un mondo. Quindi noi siamo perfettamente in grado di creare attraverso qualcosa che solitamente non si vede ma esiste. Le persone più scettiche dovrebbero fermarsi a riflettere e non scartare a priori queste realtà, perchè di realtà si tratta. E’ scientificamente provato. Quante cose esistono “invisibili” ma per il solo fatto di non vederle, in genere, non vuole dire che non ci siano. Il cervello umano ha capacità inimmaginabili, infatti ci sono persone, rare, che riescono a vedere cose e dimensioni celate ai più. Da quello che ho letto, e a volte sperimentato, esistono miriadi di dimensioni, non solo, anche sotto-dimensioni. Quando il Cristo diceva “La tua fede ti ha salvato” voleva dire che se noi chiediamo e, con convinzione sappiamo che riceveremo quello che abbiamo chiesto, arriverà. “Bussate e vi sarà aperto, chiedete e vi sarà dato” ma con fede incrollabile, senza dubbio alcuno. Questa la mia opinione che può essere condivisa o meno, ma per me è esattamente così. Poi ognuno di noi ha le sue convinzioni, io non voglio convincere nessuno, sarebbe fare violenza. Ma con dati di fatto, posso dire di essere d’accordo con quello che espone il video.
      Buona giornata Marghian, 🙂

      Mi piace

      • Ciao Lory. Ho letto – riletto, anzi-, il commento con interesse. Certamente, non avevo dubbi, i pensieri sono concreti (i pensieri che stanno anche dietro alle parole, le parole sono espressione di pensieri e sentimenti). Certamente alla base del pensiero ( o all’effetto? La base potrebbe essere piu’ profonda, mah), alla base del pensiero c’e attivita’ fisica, e chimica. Tante sostanze chimiche, le piu’ famose in quanto tali le conosciamo tutte (adrenalina, noradrenalina, serotonina, dopamina ossitocina eccetera…)- E poi le aree, specifiche e specializzate per i tipi di pensieri, e di emozioni o sentimenti.

        “L’esempio più banale è quando, con la risonanza magnetica, si vogliono scoprire quali aree del cervello vengono evidenziate a seconda delle emozioni. Ci sono molteplici immagini in rete..”. Lo so, anche esperimenti su attivita’ come “calcolare” o “guardare una immagine”, hanno dimostrato chiaramente immagini di risonanza particolari. Persino sugli animali, sottoposti a prove di “intelligenza”, si nota la diversa funzionalita’ del cervello, e le diverse aree di attivita’. Il pensiero, almeno quello “grossolano”, e’ una cosa fisica. “Veloce come il pensiero” e’ solo un modo di dire, la velocita’ del pensiero e’ quella di ricostruire, con gli elettroni e i neurotrasmettitori, una immagine, una parola, un sentimento. Non e’ che io mentalmente vado a New York, se penso alla citta’: soltanto, delle mie aree ricostruiscono cose su New York. Anticamente, invece, si credeva che proprio l’anima, la mente, andasse “dove sto pensando”. “Va’, pensiero, sull’ali dorate, vatti posa sui picchi, sui colli…” . Tipo, insomma.

        “Come è possibile che le emozioni si riescano a vedere? Da qui, per me si è aperto un mondo”. Si’ che si riescono a vedere. Se adesso mentre ti scrivo portassi un casco con elettrodi o attorno alla testa una macchina di risonanza, si vedrebbero certe aree. Smetto di scriverti, accarezzo la gatta che ora e’ sulla stampante (davvero 🙂 ) e si accendono altre aree. Lo so, da tempo, e’ cosi’. La questione e’ piuttosto se il pensiero e’..soltanto questo o se, all’origine, e’ altro. Sai, quel quesito: “ma io..sono un cervello od ho un cervello?”. Se io sono un cervello, allora tutto finisce qui. Se ho un cervello, allora io sono altro, spirito o che so io… // Ti confesso infatti che talvolta, la questione della fisicita’ del pensiero, mi fa dubitare dell’anima. Leggi che ragionamento ho fatto io, fra me e me, gia’ anni fa: “se ad un esame del cervello, su paziente o su cadavere, non fosse risultato nulla deputato alle attivita’ di pensiero, ma solo a quelle motorie e sensoriali (vista udito eccetera), ma nessuna aria per le funzioni superiori, io sarei convinto che il mio pensare, sognare, amare, tutto, e’ spirito, non essendoci nulla nel cervello per produrre tali funzioni. Mentre, sapendo ora che esiste l’area del pensiero astratto, l’area delle visioni oniriche, l’area della costruzione delle immagini eccetera, ecco che… anticamente, non sapendo queste cose, il pensiero era sicuramente di origine spirituale!”- La sto facendo lunga, ma ho voluto spiegarti in parole povere le ragioni di alcuni miei piccoli dubbi. Ma non e’ detto pero’ (e qusto io spero…) che il pensiero “cerebrale” sia tutto: forse il cervello e’ solo uno strumento per percepire questa realta’ “grossolana”, mentre in essenza siamo altro, chissà.

        Certamente il potenziale del cervello (io parlerei piuttosto di mente, il cervello in fondo e’ solo “carne”) e’ grande, e la sua energia puo’ smuovere forse nascoste, interagire con esse. Si parla anche del cervello in termini quantistici: poter col pensiero far vibrare particelle potenziali e “creare qualcosa”- cosi’ si spiegherebbe anche l’apporto di materia e la sua sparizione in certi fenomeni….

        Mi piace

      • Stavo per perdere tutto, c’e stato un piccolo sbalzo di corrente, per poco il computer non si spegneva.. ho quasi finito, Lory.
        Certi fenomeni “paranormali” vengono spiegati cosi’: esistono appunto dimensioni nascoste, da cui nscerebbe la realta’ (dette anche “spazi fittizi” ), e la mente sarebbe capace di “sollecitare” tale mondo potenziale, generando fenomeni.

        Certamente “la tua fede ti ah salvato” significa proprio che “la tua forza di volonta’”, “il tuo pensiero ti ha salvato”. Fra il guaritore – Gesu’, per esempio, ed il malato si creerebbe proprio quel “transfert”, quella fiducia nel medico ed in se’ stesso da generare il “prodigio”, anche con modifiche fisiche, tipo il tumore che regredisce.

        “Questa la mia opinione che può essere condivisa o meno.”. Io la condivido.
        Ma penso che piu’ che il cervello in se’, a scatenare tali forzem sia l’anima, lo spirito, al cervello intimamente connesso. In modo tale che da un lato il cerello limita le conoscenze dell’anima (facendole dimenticare un sapere superiore, le vite precedenti se ci sono ); dall’altra, fa arrivare allo spirito le esperienze di questa realta’ dimensionale. Il cervello sarebbe solo un filtro, insomma. Guarda caso veggenti e “persone , rare, che riescono a vedere cose e dimensioni celate ai più”, quando “vedono oltre”, se ci pensi, “addormentano il cervello”, la famosa “trance”. Quasi che il cervello “allentasse la presa” di modo che l’anima, cosi’ in parte liberata, “vede qualcosa”. Le visioni di premorte! Anche quelle, anzi soprattutto, avvengono “a cervello quasi spento”. (???!!). Ciao ciao 🙂

        Marghian

        Mi piace

  4. Io credo nei miracoli.
    Sono credente, quindi, son convinta che Dio, opera attraverso i miracoli.
    Assolutamente!
    Anche mia mamma, malata di linfoma, aveva pochi mesi di vita.
    Tre, per l’esattezza, le dissero i medici dell’Istituro dei tumori di Milano. Aveva tutte le stazioni linfatiche, intaccate.
    Ma lei è mio papà ( io ero piccolissima) hanno sempre pregato.
    Sempre!
    Noi, in questo, vi abbiamo sempre visto la Sua Mano.

    Mi piace

  5. Anch’io credo nei miracoli e, certamente da soli non possiamo crearli ma agevolarli forse sì. Il video mette in evidenza il fatto che la persona che ha fede, in un luogo spirituale o no, pregando profondamente può ricevere un miracolo. Purtroppo, la stessa situazione, fede e preghiere non hanno sortito nessun effetto, su 4 persone di famiglia che non ci sono più . Sicuramente c’è una spiegazione per tutto questo. Pregavo con molta fiducia, fervore, anche perchè tutte e quattro sono morte giovani.

    Mi piace

  6. Anch’io non son stata ascoltata.
    Ma forse Dio, aveva in serbo un altro progetto.

    Piace a 1 persona

    • Sì, anch’io lo penso per i miei. Ogni cosa ha una spiegazione. Quando ci fu la prima perdita, avevo 21 anni, persi mio padre, ne aveva 56. Dopo sei mesi, un cognato, 35 anni. Dopo qualche anno, un’altra persona cara, 45. Purtroppo, nell’ospedale dove era ricoverata, (era mio cognato), non hanno avuto la delicatezza e l’umanità che invece hai tu, grande Dina. La dottoressa che aveva in cura mio cognato, dava sempre spiegazioni vaghe sulla diagnosi, quasi infastidita. Quando mia sorella le domandò se era arrivata ad una conclusione, sai cosa le rispose? “Ma signora! Non ha ancora capito che suo marito ha un tumore maligno?!” E se andò, senza nemmeno aspettare la reazione di mia sorella, nemmeno una parola. Mia sorella corse a casa come un automa (mi raccontò) c’era mia madre a casa sua a badare ai due figli. Mia madre la vide correre in camera da letto… distrutta fra le lacrime, lei immaginava, ma voleva sapere… “Cosa è successo…?” Rispose “Mamma, io sono già morta dentro…” Certe cose vanno dette con la dovuta delicatezza, dando anche, se possibile, conforto. E’ questo che un medico dovrebbe fare, se fa il suo lavoro con passione, e se non pensa che i suoi pazienti siano solo un numero fastidioso da depennare sulla propria lista. Per questo ti dissi una volta che purtroppo non tutti hanno la tua sensibilità. Sapessi quanto può aiutare anche in fase terminale, non devo spiegartelo io di certo. Eppure, dopo tutto questo, io penso e credo sempre più fermamente in Qualcosa di grande, in Qualcosa di Superiore, in un Dio che non rimane insensibile a nulla. Mi fanno incazzare le persone che dicono che Dio permette tutta la bruttura del mondo. Ma come? Non leggono le Sacre Scritture? Eppure vanno in chiesa. Io non sono più cattolica, ma non per questo non credo in Gesù Cristo, anzi. Siamo noi che abbiamo permesso le brutture del mondo, dato che abbiamo il libero arbitrio, Dio ci ha solo mostrato cosa sia bene e cosa sia male. Non può scendere a risolvere il caos che noi stessi abbiamo creato, le guerre, la fame, etc. Abbiamo fatto tutto da soli. Come dire: Hai voluto al bicicletta, adesso pedala. Voglio precisare comunque che ci sono persone di chiesa che portano avanti il vero messaggio di Cristo, e le ammiro. Ma altre predicano bene e razzolano male, ecco, quella parte di chiesa non trova le mie simpatie. Anche tu hai avuto la tua buona razione di sofferenza, lo so. Tutti ne abbiamo, solo che alcune persone nel dolore migliorano, altre peggiorano, ma fanno male più a sè stesse che agli altri, perchè si portano dentro, rabbia, livore, sono arrabbiate col mondo e, questo non porta nel loro cuore la pace, nè tanto meno riescono a perdonarsi e a perdonare. Mi auguro che tutte queste persone incontrino persone come te, che sia con le parole che con l’esempio, possano capire quanto invece siamo amati. Io l’ho capito solo attraverso la sofferenza e nel corso di molti anni.
      Grazie per le tue parole, ti abbraccio forte!

      Mi piace

  7. p.s. La quarta persona, nel 2010, mia nipote di soli 36 anni. La mia Miki, ci ha lasciato un pezzetto di lei, Greta sua figlia che le somiglia molto, solare come era Lei.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: