In piedi sulle rovine

Si lascino pure gli uomini del tempo nostro parlare, con maggiore o minore sufficienza e improntitudine, di anacronismo e di anti-storia. Li si lascino alle loro “verità” e ad un’unica cosa si badi: a tenersi in piedi in un mondo di rovine. […] Rendere ben visibili i valori della verità, della realtà e della Tradizione a chi, oggi, non vuole il “questo” e cerca confusamente “l’altro” significa dare sostegni a che non in tutti la grande tentazione prevalga, là dove la materia sembra essere ormai più forte dello spirito.


Evola

365 Volte 8 Marzo

17155830_1376180072456937_5795654780425264340_n

Quelle come me regalano sogni, anche a costo di rimanerne prive.
Quelle come me donano l’anima,
perché un’anima da sola è come una goccia d’acqua nel deserto.
Quelle come me tendono la mano ed aiutano a rialzarsi,
pur correndo il rischio di cadere a loro volta.
Quelle come me guardano avanti,
anche se il cuore rimane sempre qualche passo indietro.
Quelle come me cercano un senso all’esistere e, quando lo trovano,
tentano d’insegnarlo a chi sta solo sopravvivendo.
Quelle come me quando amano, amano per sempre.
e quando smettono d’amare è solo perché
piccoli frammenti di essere giacciono inermi nelle mani della vita.
Quelle come me inseguono un sogno
quello di essere amate per ciò che sono
e non per ciò che si vorrebbe fossero.
Quelle come me girano il mondo alla ricerca di quei valori che, ormai,
sono caduti nel dimenticatoio dell’anima.
Quelle come me vorrebbero cambiare,
ma il farlo comporterebbe nascere di nuovo.
Quelle come me urlano in silenzio,
perché la loro voce non si confonda con le lacrime.
Quelle come me sono quelle cui tu riesci sempre a spezzare il cuore,
perché sai che ti lasceranno andare, senza chiederti nulla.
Quelle come me amano troppo, pur sapendo che, in cambio,
non riceveranno altro che briciole.
Quelle come me si cibano di quel poco e su di esso,
purtroppo, fondano la loro esistenza.
Quelle come me passano inosservate,
ma sono le uniche che ti ameranno davvero.
Quelle come me sono quelle che, nell’autunno della tua vita,
rimpiangerai per tutto ciò che avrebbero potuto darti
e che tu non hai voluto…
*** Alda Merini ***

Together Forever (anche le pulci hanno la tosse)

Ambra e Martina si conoscono da sempre, sono amiche

da quando sono nate, ma davvero.

Ambra (a sx) è mia figlia e Martina (a dx)

è la figlia della – a mia volta – amica inseparabile e di vecchia, vecchissima

data; quasi 27 anni. Quando io partorii di Ambra, mia madre, venendomi

a far visita all’ospedale mi diede la notizia… “Sai Lori, Paola aspetta un

bambino” ero felice, ma nello stesso tempo un po’ preoccupata perchè

Paola aveva già Luca, vivacissimo, e Caterina, la donnina di casa.. ^^

Dopo nove mesi nacque Martina, bellissima, sembrava una bambola.

Insomma, la vita proseguì. Abitando io sopra e Paola sotto di me, si è

sempre stati, ancora adesso, come una grande famiglia. Martina la considero

una seconda figlia ed era davvero un piacere vederle crescere insieme,

come due sorelline. Hanno condiviso tutto dalla nascita. Cominciò l’asilo,

cominciarono le elementari, medie, liceo scientifico, ora sono laureate,

sempre insieme.  Divise solo per facoltà diverse. Ma l’Amicizia continua

invariata e tra loro c’è sempre complicità, scalda il cuore vedere oggi

che loro due, e tutti gli amici di classe, sempre dall’asilo al liceo

s’incontrino ancora per le cene di classe. Sono sempre stati ragazzi

uniti fra loro, tanto che i professori del liceo ne hanno nostalgia.

A volte vanno a salutarli. Tutto questo per me è bellissimo, in quanto

oggi i veri valori sono sempre più messi da parte, ma a volte, proprio

i giovani, possono darci una grande lezione di vita. Parlo dei giovani

con princìpi sani. Giovani maturi che si fanno strada da soli

sudandosi davvero tutti i risultati buoni ottenuti dalla vita.

Ma non voglio farla troppo lunga… Un giorno andando sulla homepage di FB,

(che non amo moltissimo,) mi ci sono iscritta solo perchè gli amici di mia nipote

Michi 36 anni, deceduta nel novembre del 2010 le hanno dedicato un

gruppo, dicevo, un giorno sulla homepage di FB vedo le foto sopra e mi dico…

“aspetta.. aspetta… fammele vedere meglio”, e così, scopro che praticamente

prendono un po’ per i fondelli me e Paola, in quanto crediamo negli Angeli

nella possibilità di una vita oltre la morte, in Dio e tutto ciò che ne

consegue, anche se io, rispetto a Paola, non amo particolarmente

i dettami della Chiesa Cattolica, perchè in contrasto con i miei princìpi.

Credo principalmente in un Dio misericordioso d’Amore, e non un Dio

da Temere, un Dio che punisce. Dio non è tutto questo. Dio è

Luce e Amore.

Quel giorno vedendo queste foto mi sono fatta tante di quelle risate…

ne avevo proprio bisogno… quel giorno. Ringrazio il Cielo per avermi

fatto dono di un figlio, il dono più grande… anzi di due figlie, perchè

Martina è di casa e lo sarà sempre finchè vorrà.

AMICIZIA

E’ Amico chi ti ascolta anche quando non ne ha voglia, se comprende

che parlare ti rende libero. E’ Amico chi ti confida le sue sofferenze

perchè pensa che può contare su un tuo consiglio.

E’ Amico chi ti tende una mano sul bordo del baratro, sebbene

sappia che tu possa trascinarlo con te.

E’ Amico chi non chiede il perchè dei tuoi sbagli e si prodiga per la

tua felicità. E’ Amico chi ti dà la certezza che in qualsiasi momento,

nel bene e nel male, egli è come un porto sicuro nel quale puoi

rifugiarti e salvarti.

Non lo tradire: sarebbe un’ingiustizia, e la gioia provata in quel

momento si trasformerebbe in mestizia.

(Letto su pensieri di S. Francesco)